ScrivOnline

Sans-serif

Aa

Serif

Aa

Font size

+ -

Line height

+ -
Light
Buio
Sepia

Da Palermo a Milano il grande riscontro al “Volkswagen Fashion Week” di Alessandra Zerbo della “Vanity Models Management”

COMUNICATO STAMPA

Alessandra  Zerbo scelta per due nuove sfilate.

Un  grande evento, un’occasione speciale per dimostrare che la bellezza può andare a braccetto con il talento. È stato un successo su tanti fronti la partecipazione al Volkswagen International Fashion Week Autocogliati Milano” di Alessandra  Zerbo, tra le modelle di punta della “Vanity Models Management”, presieduta dal monrealese Francesco Pampa.

Un evento abbinato alla settimana della moda milanese, durante il quale la giovane modella palermitana ha sfilato su una passerella di grande respiro, indossando gli abiti della collezione dello stilista agrigentino Cristoforo Vizzini.

Classe e freschezza, due qualità che l’hanno fatta subito notare, chiamandola a imminenti nuovi appuntamenti. Il 15 e 16 marzo, infatti, volerà a Napoli, mentre il 17 marzo ad Agrigento per due grandi eventi di moda dai quali sicuramente raccoglierà altri consensi. Soddisfazioni, però, anche e soprattutto per la “Vanity Models Management” che, attraverso la sinergia con la “Piccy Models” di Salvatore Di Betta, così come con la “Maxservices Web Agency”, amministrata da Massimiliano Vicari, racconta una storia di talenti messi a frutto in maniera attenta e intelligente.

«Alessandra Zerbo è l’ennesima nostra conferma – afferma Francesco Pampa – di come si può fare parte di questo mondo non solo per la propria avvenenza. Come la maggior parte delle nostre ragazze, ha ancora tanta strada da fare, ma sta già bruciando le tappe. Grazie nuovamente a tutti coloro i quali collaborano con  la “Vanity models Management” per offrire chance di non poco conto alle nostre modelle. Un ringraziamento particolare anche a Cristoforo Vizzini che ha vestito Alessandra con quel tocco forte e sensuale che caratterizza il suo brand e che, in questo caso, ha fatto la differenza».

Palermo, 28 febbraio 2019

di Gilda Sciortino

Lascia un commento